Navigazione veloce

Sesta Festa dell’Albero a Villa Cagnola

Sesta Festa dell’Albero a Villa Cagnola

Con la partecipazione degli alunni della scuola primaria di Gazzada Schianno

Giovedì 7 novembre si è tenuta a Villa Cagnola di Gazzada Schianno la sesta Festa dell’albero, organizzata

in collaborazione con il Comune di Gazzada Schianno, l’Istituto Comprensivo “Don Guido Cagnola” di

Gazzada Schianno e con il supporto di Nicora Garden, del Club Alpino Italiano sezione di Gazzada Schianno

e della Pro Loco di Gazzada Schianno.

Protagoniste come sempre, per il sesto anno consecutivo, le classi terze della Scuola Elementare di Gazzada

che contribuiscono alla cura e alle nuove piantumazioni nel parco storico di Villa Cagnola.

Obiettivo dell’evento è quello di focalizzare l’attenzione dei bambini sull’importanza degli alberi nella vita

degli uomini, un obiettivo educativo e per la vita molto importante, che rientra in ambito interdisciplinare

nel piano di studi delle classi terze e contribuisce a rafforzare nelle nuove generazioni il concetto di cura e

salvaguardia del verde.

Giovedì, dopo i saluti istituzionali, i “giovani agronomi” sono stati accolti da Mons. Eros Monti, Direttore di

Villa Cagnola che ha spiegato loro, insieme al signor Nicora, la ricchezza e la bellezza dello straordinario

parco e delle varietà arboree che compongono il paesaggio.

L’iniziativa rientra tra le attività messe in atto dalla direzione di Villa Cagnola per far conoscere e valorizzare

le bellezze e la ricchezza degli alberi presenti nel parco dell’antica dimora.

Inoltre, grazie a questo progetto il Parco Storico si rinnova e si è arricchito, anche quest’anno, di nuovi

esemplari offerti da Nicora Garden che sin dal primo anno sponsorizza con piacere questo evento.

I bambini delle classi terze hanno seguito con attenzione le spiegazioni degli esperti e ascoltato gli

interventi dei rappresentanti dell’Amministrazione comunale. Dopo un momento conviviale (merenda e

cioccolata preparata in Villa Cagnola), hanno percorso il Parco e messo a dimora due nuovi alberi.

Gli alunni hanno un po’ ricalcato le orme di Elzéard Bouffier, protagonista del racconto toccante di Jean

Giono, che conservava con amore non gioielli o monete d’oro, ma ghiande, tesoro per tutto il suo villaggio

e ispirazione per  i lettori del libro. 

Ringraziamo tutte le persone che hanno permesso ai nostri alunni questa esperienza  gioiosamente

“green”.

Per visionare le foto, clicca qui

 

 

Lascia un commento

 

Accessibility