SCUOLA PRIMARIA DI MORAZZONE: Spazio Magico, progetto di psicomotricità relazionale

“SPAZIO MAGICO” è il titolo del progetto di psicomotricità relazionale pensato e realizzato per gli alunni delle classi prime e seconda di Morazzone.

 Durante i 10 incontri previsti  per ogni classe / gruppo,  lo spazio della piccola palestra della scuola, si è trasformata appunto, in uno SPAZIO MAGICO in cui i bambini hanno semplicemente giocato insieme giochi simbolici, creati da loro stessi con fantasia, creatività e  immaginazione.

Gli incontri sono stati guidati dalla psicomotricista dottoressa Vanetti Monica dell’Associazione “Spazio Magico”di Malnate  di cui è responsabile scientifico il dott. Carlo Petitti.

Nell’incontro di mercoledì 7 febbraio con i genitori, i due specialisti e le insegnanti  hanno raccontato l’esperienza vissuta dai bambini e ad essa hanno fatto riferimento per rispondere alla domanda:

“Perché la psicomotricità relazionale a scuola?”

Ai genitori presenti all’incontro, il dott. Petitti ha spiegato come le dinamiche relazionali condizionino profondamente i processi di apprendimento e di sviluppo dei bambini all’interno della scuola e della famiglia.  Intervenire sulla relazione significa promuovere il benessere, educare l’affettività, favorire la collaborazione e  l’autocontrollo e quindi anche  prevenire situazioni di disagio scolastico.

Le foto, ma soprattutto i disegni e i pensieri scritti dai bambini sono una conferma e una dimostrazione di quanto affermato dal dott. Petitti.

 Nello “Spazio Magico”, la psicomotricista Monica  ha usato  il gioco per far sì che i bambini dessero libero corso all’immaginario, si identificassero nei personaggi fantastici ed attraverso il gioco esprimessero le proprie emozioni e i propri sentimenti, senza sentirsi in alcun modo giudicati.

 Le attività e la modalità in cui sono state proposte ( cerchio iniziale, regole da rispettare, momento di calma,  rielaborazione finale ecc..) hanno fatto sentire i bambini a proprio agio, creando benessere e aiutando le insegnanti a conoscere meglio i propri alunni.

Nella sezione photo gallery in Primo Piano sono disponibili alcune foto del Progetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.