Documenti accessibili

Questa pagina ha lo scopo di fornire una guida pratica per la produzione di documenti accessibili.

“L’informazione accessibile è quella che tutti possono fruire, qualunque sia lo strumento utilizzato per ottenerla e qualunque sia la loro condizione fisica/psichica.”

Di seguito trovi alcuni suggerimenti per la stesura di documenti più accessibili:

  • attiva sempre l’iconcina “mostra/nascondi” o “mostra tutto” nel tuo programma di videoscrittura
  • dare la notizia principale entro i primi due paragrafi
  • digitare paragrafi brevi con linguaggio chiaro
  • utilizzare intestazione e piè di pagina
  • privilegiare l’uso degli stili e formattazione
  • usare il carattere Verdana (o Arial) stile Normale, dimensione minima 12
  • interlinea compresa tra 1,2 e 1,5
  • allineamento rigorosamente a sinistra
  • creare allineamenti utilizzando la tabulazione e non il tasto tab o la barra spazio
  • usare le interruzioni di pagina e non ripetuti “Invio” per andare ad una pagina nuova
  • evitare paragrafi vuoti, utilizzare la spaziatura paragrafo
  • fornire i documenti complessi di un sommario navigabile
  • scrivere i numeri di telefono e di fax a blocchetti (es. errato: 01234567890; es. corretto: 012 34 567 890)
  • usare i punti elenco o gli elenchi numerati già predisposti, un elenco puntato o numerato è più facile da leggere e da capire rispetto a un paragrafo molto pieno
  • scrivere il nome del file senza spazi bianchi, utilizzare solo i seguenti caratteri a-z, A-Z, 0-9, _ (underscore) e senza caratteri speciali tipo / \% | ‘ “
  • descrivere l’immagine (didascalia) ed uso del testo alternativo
  • rileggere sempre

Cosa non fare:

  • non inserire mai più di uno spazio fra parola e parola
  • non inserire lo spazio DOPO l’apostrofo (potrebbe determinare un’andata a capo scorretta)
    • ad esempio non va “L’ avvio delle attività”, bensì “L’avvio delle attività”
  • non inserire lo spazio PRIMA di un segno di punteggiatura (anche in questo caso potrebbe determinare un’andata a capo scorretta)
  • non inserire  spazi subito dopo aver aperto una parentesi o una virgoletta, nè prima di chiuderle
  • non creare allineamenti mediante la barra spaziatrice o tasto “tab”, (bisogna invece stabilire un punto di tabulazione o allineamento cliccando sul righello orizzontale)
  • non creare paragrafi vuoti, ovvero premere ripetutamente il tasto “Invio” per creare spaziature verticali, in questo caso è necessario ricorrere al Formato Paragrafo e Spaziatura dopo il paragrafo
  • non inserire immagini troppo pesanti e poi ridimensionarle solo visivamente:
    • si ridurrà l’immagine PRIMA dell’inserimento, la si salverà con nome diverso e poi la si inserirà nella pagina
  • non usare espressioni ridondanti tipo “entro e non oltre
  • non scrivere i nomi dei giorni della settimana o dei mesi con l’iniziale maiuscola:
    • esempio errato 7 Aprile, esempio corretto 7 aprile)
    • le date si scrivono per esteso, al fine di ridurre la possibilità d’errore
    • per esempio, non va “05.03.2012″, bensì “5 marzo 2012″
    • Il primo giorno del mese, in italiano, è sempre un numero ordinale, è quindi sbagliato scrivere “01.09.2012″, si scriverà invece “1° settembre 2012″
  • non scrivere i numeri romani seguiti dall’apice
    • esempio errato III°, esempio corretto III
    • i numeri romani I, II, III, IV, V ecc. non prendono l’esponente, perché hanno già in sé il significato ordinale
    • è grave errore ortografico scrivere “I°, II°, III°” ecc.
  • non usare l’apostrofo per scrivere le lettere maiuscole accentate
  • non inserire testi in movimento o elementi con effetti di sfarfallio o intermittenti
  • non sottolineare il testo (può confondersi con il link)
  • non scrivere nomi di destinatari e oggetto tutto in maiuscolo:
    • il tutto maiuscolo è di sé di più difficile lettura per i nostri occhi
    • si scriva con la classica iniziale maiuscola e basta
  • per motivi di praticità, le sigle e gli acronimi vanno scritti senza punti intermedi, ad esempio:
    • MIUR (e non M.I.U.R.)
    • ATA (e non A.T.A.)
    • OM (e non O.M.)
    • DM (e non D.M.)
    • CCNL (e non C.C.N.L.)
    • DL (e non D.L.)
    • IC (e non I.C.)
    • IS (e non I.S.) ecc.
    • San Sisto, San Biagio, San Savino, vogliono il “San” per esteso, in quanto non si abbrevia una parola già molto corta
    • Email si scrive con l’iniziale maiuscola, e non “email” o “e-mail” o “E-mail” o “mail”
  • negli indirizzi, è un malvezzo scrivere “Via”, “Piazza” ecc. con la maiuscola, in quanto si tratta di nomi comuni

Produrre un documento senza osservare le regole e poi trasformarlo in .pdf, produrrà un documento in .pdf non accessibile.

Visita anche la sezione dei videotutorial predisposti.